29 Settembre 2020
interviste
percorso: Home > interviste > Interviste

IN VALPANTENA L´UNIONE FA LA DIFFERENZA

Interviste
27-08-2016 - Intervista a Pres. Dino De Paoli Pres. Enrico Dal Corso DS Domenico Veronesi
Soddisfatti i due massimi dirigenti del calcio valpantenate: il presidente degli "oranges" dell´A.C. Union Grezzana Dino "Ferrari" De Paoli, e quello del Real Grezzana Lugo Valpantena, l´imprenditore nel ramo marmifero Enrico Dal Corso. Due presidenti davvero molto sodisfatti della realtà che alcuni anni fa sono riusciti a mettere in piedi; anche – come spiega De Paoli – tra i mugugni di alcune frange della sponda grezzanese: "Ora a livello di Settore Giovanile i genitori sono soddisfatti dell´operazione di unione che abbiamo sancito alcuni anni fa noi e il Lugo. All´inizio, non è stato facile vincere l´ostilità dei più diffidenti. Siamo partiti con entusiasmo e come tutti i matrimoni ben riusciti, questo ha dato finora e continuerà a dare – si spera – frutti buoni".

L´unione fa davvero la forza: "Ora" spiega Dal Corso "abbiamo un vivaio completo in tuti i Tornei indetti dalla Federazione, e l´unico raddoppio ci manca negli Juniores, che abbiamo solo iscritto a livello regionale e non a livello provinciale. In tutto, vantiamo circa 250 tesserati, dalle più piccole leve alle due Prime squadre".

La vera gioia di Dino De Paoli è quello di essersi all´inizio presentato all´altra sponda, quella lughese, come unico presidente dei due rami calcistici, e di aver ottenuto la fiducia piena da entrambi i club: "Sono sempre stato convinto che l´unione faccia la forza e della legge che ricorda che gli opposti si attraggano. Ora abbiamo iniziato a divertirci e a fare le cose meglio. Però, ci tengo molto a sottolineare che noi del Grezzana non rivendichiamo assolutamente un ruolo egemonico nel chiedere, ratificare o cercare la massima collaborazione con gli altri club della vallata. Assolutamente no. Anzi, aggiungo questo: mi adopererò per creare dei momenti di confronto tra di noi e le altre società della vallata, magari davanti a un piatto di pastasciutta fumante e a un bel bicchier di vino, al fine di comprenderci meglio e di venire incontro l´uno all´altro nelle varie e rispettive esigenze, nelle rispettive attese e peculiarità societarie".

Enrico Dal Corso (Lugo): "Non solo le compagini giovanili sono ora al completo del numero richiesto per poter partecipare ai rispettivi campionati, ma anche sfoggiano una certa qualità. Destinata a crescere di anno in anno".

E veniamo ora agli obbiettivi delle due Prime squadre: "Migliorare il 9° posto dell´anno scorso, dopo aver riconfermato mister Andrea Matteoni" si aspetta il Grezzana di De Paoli, "di risalire, anche se mister Antonio Ferronato non vuol sentirmi parlare in questo modo" aggiunge Enrico Dal Corso.

Il terreno di Grezzana sta per essere rifatto, rimesso a nuovo, ma le due società possono contare su quelli di Lugo (in sintetico), di Romagnano e di Stallavena. Tre strutture in sintetico, in totale (compreso quello storico grezzanese) e ed uno in erba. E, "Questo" ringraziano in coro i due massimi dirigenti "grazie all´Amministrazione di prima e a quella attuale".

Ma, l´altro sogno nel cassetto dei due dirigenti è quello di creare un Polo unico calcistico di tutta la Valpantena, cercando di accorpare a livello di Settore Giovanile anche il materiale umano di Juventina Valpantena, Sant´Anna, Corbiolo e Quinto: "Potremmo avere" hanno dichiarato i due massimi dirigenti "un numero maggiore di squadre regionali, più qualità, e potenziamento anche a livello numerico se non qualitativo di tutte le formazioni minori, con interessanti scambi di giocatori nei ruoli in cui una squadra è carente".

scritto da Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it

Realizzazione siti web www.sitoper.it